Spazio musicale per l'opera prima 'Prometeo'

Spazio musicale per l'opera prima 'Prometeo'

Per la rappresentazione dell'opera di Luigi Nono a Venezia e Milano fu progettata una struttura smontabile in legno, pensata come un gigantesco strumento musicale per il quale furono impiegate le tecniche della liuteria e della cantieristica navale, perchè solo nella tecnologia marittima si usa il legno lamellare per costruire oggetti di simili dimensioni. Il Prometeo fu un'esperienza unica nel suo genere in cui lo spazio nasceva con l'opera e per l'opera come parte dello stesso processo creativo. 

Dati Progetto

Progettazione

1983

Costruzione

1984

Area della struttura

915 m2

Altezza della struttura

14,5 m

Posti

400

Credits

Cliente

Ente Autonomo Teatro alla Scala

Architetto

Renzo Piano Building Workshop architects

Consulenti

Favero & Milan (structure); L. Nono (music); M. Cacciari (text); C. Abbado (director), with: R. Cecconi